Morto Nobel Gajdusek; studiò il Kuru

Come sempre notizie importanti che riguardano la Scienza (e gli Scienziati) vengono riportate in Italia attraverso Canali veramente “underground” (povera informazione….).

Sono venuto a conoscenza solo oggi della Morte di Gajdusek, Premio Noble per la Scoperta della fisiopatogenesi del Kuru; l’agente eziologico da lui ipotizzato venne scoperto successivamente da Prusiner.

Condoglianze alla famiglia.

Medicina: morto Nobel Gajdusek, scoprì malattie da prioni

OSLO – È morto in Norvegia il Premio Nobel Carleton Gajdusek, virologo e antropologo americano al quale si deve la scoperta dei prioni, gli agenti infettivi all’origine di malattie come quella della mucca pazza. Gajdusek aveva 85 anni e la sua morte, avvenuta venerdì scorso a Tromso, è resa nota oggi dalla Società internazionale per lo studio delle malattie infettive.

fonte: http://www.swissinfo.ch/ita/rubriche/notizie_d_agenzia/mondo_brevi/Medicina_morto_Nobel_Gajdusek_scopr_malattie_da_prioni.html?siteSect=143&sid=10105945&cKey=1229538679000&ty=ti&positionT=8

Alcuni documenti su Gajdusek su NobelPrize.org

Annunci

Recensione libro : “Dna, il segreto della vita” di J.D.Watson

Immagine di DNA

“James Watson e Francis Crick scoprirono nel Febbraio del 1953 la struttura della molecola del DNA.
Con un articolo pubblicato su “Nature” i due scienziati riferirono al mondo l’avvenuta scoperta della molecola; la spiegazione scientifica del “mistero della vita” era entrato nella prima fase.
Con questo saggio divulgativo, il Premio Nobel J.D.Watson presenta in modo conciso e molto chiaro le tappe della scoperta del DNA e la comprensione delle leggi che regolano l’appaiamento delle basi azotate ( leggi di Carghaff), il meccanismo della trascrizione e la semplicità del codice genetico, che con l’associazione (non sempre univoca) “codone/amminoacido” permette la traduzione del messaggio genetico in proteina.
Seguono poi l’analisi di tutta una serie di settori della scienza ( e non ) che vedono come protagonista principale il DNA; dalla genetica industriale (agricoltura,biotecnologie,ecc) all’antropologia, allo studio delle popolazioni, alla Legge (con le prove sul mtDNA) passando per la scoperta della PCR da parte di Kary Mullis e alle nuove implicazioni che potrebbe avere il DNA nella cura delle malattie genetiche, alla luce di studi (anche recenti) molto promettenti.
Il saggio si conclude con l’analisi delle implicazioni etiche e religioso/politiche che molte volte “frenano” lo sviluppo della conoscenza scientifica.
Il DNA si dimostra un vera “macromolecola” sia in campo biologico che in campo sociale!

Sicuramente da leggere.”

scritto da : Doctor Gray N.H.I.

fonte: http://www.anobii.com/books/DNA/9788845920516/0161e9ed745871e6b3/

Premio Nobel 1962