Cresta dell’onda

Stetofonendoscopio modello Rappaport

Questo periodo è stato ricco di una serie di avvenimenti veramente importanti per la mia carriera universitaria.
Credo che l’appoggio morale di un Medico sia importantissimo.
Oltre ai consigli, le dritte, gli stimoli che ti possono essere offerte da un ex – studente,  il sapere che vieni già visto come un “collega” è una soddisfazione enorme, impareggiabile, indescrivibile.
Sia chiaro che non è l’essere chiamato collega o l’avere un camice che ti fanno diventare medico, ma durante questo lungo ed arduo cammino il pensare che ci sono persone che credono in te, che ti reputano all’altezza di farcela, ti permette di entrare in una condizione che ti eslcude da eventuali cambiamenti di rotta durante il percorso formativo accademico; il simpatico stimola la surrenale a scaricare un pò di adrenalina e……ti mette le ali !
Insomma, è quello che ti può dare solo chi veramente in questo mondo ci è passato e ci vive tutt’oggi!!
Da una persona ho ricevuto un dono che ha una valenza affettiva ineguagliabile…iniziava così la cresta dell’onda circa “metà ciclo mestruale fà”.

Oggi la cresta dell’onda ha avuto il picco grazie all’esame di Neuroanatomia.

Non ci resta che continuara…sempre più voglia di scoprire.

fc.Units.it

Corteccia Telencefalica ; fonte: fc.Units.it

Annunci

Lettera Aperta al Dottor Frank H. Netter

Grazie per tutto Caro Dottor Netter,
che con le sue immagini accompagna le giornate degli Studenti di Medicina.
Grazie per averci fatto amare l’Anatomia, grazie per averci presentato il Corpo Umano come un padre; un padre che prende per mano il figlio e lo conduce nel “sentiero della vita”.
Nel nostro caso ci ha accompagnati nel primo tratto di quella lunga autostrada che è la Professione Medica.
Forse, ci accompagnerà per sempre.
Di una cosa personalmente sono sicuro: del fatto che lei è entrata nel mio cuore.
Il cuore di un semplice ragazzo di 21 anni, con gli occhiali sul naso per osservare la realtà, che cerca di osservarla oltre l’apparenza…oltre la superficie.
Il cuore di un ragazzo che vuole imparare, capire; lei mi ha dato la possibilità di raggiungere un mio sogno….quello della CONOSCENZA della “perfetta” fra le macchine perfette.
Non le sarò mai abbastanza grato per tutto quello che mi ha dato.

La ringrazio anche per tutto quello che ci ha lasciato; le sue opere d’Arte sono un patrimonio per l’Umanità.

Come vorrei che fosse ancora fra di noi, con il sigaro in mano a disegnare la più bella tavola della sua vita; in mano un pennello, appendice del suo corpo, sulla bocca un saggio sorriso.

Voglio ricordarla così, Dottor Netter.

“Signori, questo non è un libro; è un’opera d’arte”

 

Immagine di Atlante di anatomia umana

 

“Solo oggi mi sono accorto che su questa “opera d’arte”, su questa pietra miliare della medicina, su questo vaso di pandora per gli studenti di Anatomia ho passato ore ed ore di studio per un lungo ( ma breve ) anno accademico.
Ho deciso; il primo giorno di Ottobre è il mio giorno di “San Netter”.
Ho capito una cosa; queste sono state le ore spese meglio della mia vita fin qui vissuta.

Per quanto riguarda il testo, che dire; le immagini presentate sono splendide, ben fatte, realistiche, chiarificatrici, insostituibili, irrinunciabili.
Il CD allegato è molto interessante e rende il tutto abbastanza moderno ed ancor più “stimolante”.
Un’opera d’Arte….non trovo altre parole per definire questo libro.

Semplicemente : “Grazie, Dottor Netter “

Autore del Commento: Doctor G.N.H.I.

Fonte del commento : http://www.anobii.com/books/Atlante_di_anatomia_umana/9788821429767/011e25f3d3cb5a777e/