SIC : Corsi per usare il DEFRIBILLATORE alle Superiori

SavonaNews

fonte: SavonaNews

L’INIZIATIVA DELLA SOCIET’A ITALIANA DI CARDIOLOGIA

ALLE SUPERIORI CORSI PER USARE IL DEFIBRILLATORE

(AGI) – Roma, 13 dic. – Una nuova materia per gli studenti delle scuole medie superiori dal prossimo anno: il defibrillatore, o meglio corsi di formazione per l’uso di uno strumento utile in quei casi non rari, sono 57 mila ogni anno, di morte improvvisa che colpisce una persona ogni nove minuti tra cui anche ragazzi in buona salute. A dare l’annuncio dell’iniziativa, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e la Fondazione Italiana Cuore e Circolazione, e’ la Sic, Societa’ Italiana di Cardiologia, nel corso del suo 69esimo Congresso in corso a Roma. Dunque, un defibrillatore gestito dai professori e dagli stessi ragazzi poi via via il ‘corso-pilota’, si estendera’ a super e iper mercati, centri commerciali, fabbriche con piu’ di mille addetti, cinema multisale. “Ci siamo mossi con collaborazione della Fondazione e del Ministero dell’Istruzione – spiega il Presidente della Sic, Francesco Fedele – dato il dramma della morte improvvisa che non risparmia anche ragazzi in buona salute”. Per il defibrillatore nelle scuole l’avvio del progetto riguarda un corso dedicato alla rianimazione cardiopolmonare rivolto ai professori e agli studenti degli Istituti di secondo grado. Saranno coinvolti un professore e uno studente per ogni regione. La morte improvvisa non rara tra i ragazzi arriva entro 60 minuti dall’inizio dei primi sintomi in soggetti con o senza cardiopatia preesistente. “Ecco perche’ e’ importante – spiega Fedele – se non addirittura fondamentale intervenire subito in modo precoce, prima con manovre di rianimazione cardiopolmonare e poi con il defibrillatore”. La cause principali della morte improvvisa sono: cardiopatia coronarica; aritmia; tachicardia e/o fibrillazione ventricolare; bradiaritmia. Ed inoltre la Sic, conclude Fedele, si accinge a sottoporre al Governo la proposta di riorganizzare la cardiologia mediante un ‘sistema di reti’ per collegare ospedali e territorio allo scopo di “migliorare l’assistenza ai pazienti acuti e cronici e metter in campo iniziative di prevenzione”. Pat 131542 DIC 08

fonte: http://salute.agi.it/primapagina/notizie/200812131652-hpg-rsa0015-art.html

Società Italiana di Cardiologia

http://www.sicardiologia.it/

Meglio tardi che mai……

Annunci

Manichino per esercitazioni in sala operatoria

Fatevi un giro su questi siti internet….rimarrete a bocca aperta!!!!!

http://www.unipd.it/area_news/video_TGleonardo_hps.htm

Filmato di Tg Leonardo – Puntata sull’argomento

http://www.unipd.it/area_news/video_TGleonardo_hps.htm

Chi era Willem Einthoven ??

Einthoven

Willem Einthoven (Semarang21 maggio 1860 – Leida29 settembre 1927) è stato un fisiologo olandese, inventore, nel 1903, dell’elettrocardiografia (ECG) ossia della registrazione, mediante l’apparecchio detto elettrocardiografo, dell’attività elettrica del cuore che viene rappresentata sotto forma di un tracciato detto elettrocardiogramma, il cui concetto base è il Triangolo di Einthoven.

fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Willem_Einthoven

vedi anche:http://nobelprize.org/nobel_prizes/medicine/laureates/1924/einthoven-bio.html

Primo trapianto di spalla

Eseguito ieri, all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, il primo trapianto al mondo di Spalla.

fonte:  http://www.corriere.it/salute/08_aprile_23/trapianto_spalla_bologna_dcd837f8-1161-11dd-b319-00144f486ba6.shtml

“Ne ha beneficiato un 47enne abruzzese. Lunedì Intervento su un nuovo paziente

Trapianto di spalla, a Bologna il primo

L’operazione realizzata al Rizzoli con una tecnica innovativa che va oltre le vecchie protesi meccaniche

 

BOLOGNA – È il primo intervento al mondo per un trapianto articolare totale di spalla. È stato compiuto al Rizzoli di Bologna, che vantava già una serie di primati per i trapianti articolari di ginocchio, caviglia e alluce, dall’equipe della VI divisione di chirurgia ortopedica diretta dal professor Sandro Giannini. ”

fonte: http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/scienza_e_tecnologia/trapianto-spalla/trapianto-spalla/trapianto-spalla.html

“Gianpiero Cocchini, di Pescara, é stato operato dal professor Giannini all’Istituto Rizzoli
Finora gli interventi articolari venivano eseguiti utilizzando delle protesi meccaniche

Bologna, trapianto di spalla
E’ la prima volta nel mondo

Il paziente: “A 24 ore dall’intervento sono senza dolore e articolo la mano”
Sul suo futuro: “Sono fiducioso, sogno di ritornare a fare le cose di prima”

 
BOLOGNA – Un trapianto articolare e totale di spalla è stato eseguito ieri per la prima volta al mondo nell’Istituto Rizzoli di Bologna. A compierlo è stato il professor Sandro Giannini, direttore della VI Divisione di chirurgia ortopedica su un paziente di 47 anni, Giampiero Cocchini, dipendente del Comune di Pescara, che era affetto da una grave artrosi della spalla che gli impediva di compiere i movimenti più semplici accompagnata da gravi dolori notturni. ”

L’intervento è stato eseguito dal Prof. Giannini .

Sempre più motivato….

Oggi lab di Fisio… bellissima la Spirometria!

Credo che stia nascendo ( formandosi ) una Nuova pietra miliare fra i libri….

Rivalutata neuroanatomia.

Ritornato…

Mi sono preso una settimana di riflessione dopo l’esperienza di Anatomia Settoria.

Ci vuole coraggio per donare il proprio corpo alla Scienza…ma se questo servirà a formare bravi Medici, ben venga.

Non mi resta (non ci resta) che ringraziare queste persone.
Ci siamo presi un bell’impegno; quello di far fruttare tale opera di bene!

A tutti i lettori voglio solo consigliare una cosa: donate gli organi e, se non è possibile, donate il corpo alla scienza…

Caerdydd sto arrivando…

Meno 7 alla partenza….. credo che sarà una bella esperienza.
Oggi mi sono guardato un libro ed ho visto un bambino con una grave malattia…. ed ho capito una cosa: che l’esperienza a Caerdydd sarà solo la prima di una serie di realtà tutte da scoprire (e tutte drammatiche) ma che (si spera) porteranno buoni frutti…e tnt salute.